Ciao tesoro

Mi mancano le parole. Di più, mi mancano anche i pensieri.
Guardo i ricordi che mi ha lasciato in questi anni in cui ho avuto il privilegio di conoscerla: alcuni piccoli regali, come il suo miele, un paio di cornici che le mie bimbe hanno riempito con i loro disegni. E poi i nostri carteggi, sempre abbastanza surreali, nonostante tutto. L'immagine di lei che dorme serenamente, mentre era ricoverata nell'ospedale di Modena.
Non so cosa scrivere per ricordarla come meriterebbe, allora rubo le parole di Widepeak: Anna Lisa ce l'ha fatta, adesso è libera.
Ci mancherà moltissimo, ma questo è superfluo, perché adesso è libera.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal vecchio blog e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Ciao tesoro

  1. utente anonimo ha detto:

    Leggo sempre anche te Julia, anche se non commento mai.

    Un abbraccio forte, "in silenzio" come dice zia Cris…

    OrsaLè

  2. diggiu ha detto:

    Un mio contatto di FB nel condividere la notizia pubblicata da La Stampa mi ha scritto:
    Anna Lisa, non hai potuto dare più giorni alla vita, ma hai dato vita ai giorni.
    Ora vola in alto libera e grazie per quello che ci hai donato.

    Un abbraccio forte, cara Julia!

  3. ziacris ha detto:

    Mancano le parole per dirlo, si rimane disorientati

  4. fiordicactus ha detto:

    Una preghiera per lei e una per i suoi.  La sua Mamy, che mi ricordo di aver letto in questi anni, l'ha sempre sostenuta e accompagnata e il suo Andrea che dev'essere un uomo straordinario!

    Ciao, R

  5. utente anonimo ha detto:

    Si ora è libera, ora non soffre più……  Angela

  6. utente anonimo ha detto:

    è da stamattina, da quando cioè ho appreso la notizia da la stampa.it, che non faccio, con dolore e tristezza, che pensare a lei che non c'è più. ci mancherà tantissimo, ma ricorderemo per sempre la sua voglia di vivere, la sua forza e soprattutto il suo coraggio.
    amalia

  7. MissMaj2010 ha detto:

    Tu, Julia, me l'hai fatta conoscere. Mi sono affezionata a lei, pur non conoscendola, ma ho pregato e sperato che ce la facesse nella maniera in cui voleva farcela lei.
    Mi ha insegnato tantissime cose, e non mi pare vero che non leggerò più suoi nuovi post.
    La tristezza è enorme.

  8. SaraMorena ha detto:

    Io Anna Lisa l'ho conosciuta proprio guardando i tuoi link…mi sono "innamorata" di lei non perchè fosse malata, ma perchè scriveva da Dio e aveva la rara capacità di evocare un mondo attraverso le parole, di farti vedere le persone, di farti sentire gli odori, di trasmettere la gioia e la sofferenza come capita solo agli scrittori più bravi.
    Se avesse finto di essere come non era non ci sarebbe mai riuscita, se non avesse avuto qualcosa di speciale non sarebbe entrata nel cuore di tante persone: questa morte mi fa male, penso a lei da ieri e non riesco a smettere neanche fosse una mia parente o una mia amica…e a giudicare da quello che trovo scritto su decine di siti e blog, non sono l'unica.
    1 bacio julietta :-*

  9. elisina ha detto:

    Lontana dal dolore, nel cuore di chi la ama.

  10. juliaset ha detto:

    @tutti: vi ringrazio, sia le vecchie conoscenze del blog che le nuove commentatrici …Perdonatemi se non rispondo a ciascun commento singolarmente, ma mi rendo conto di fare una gran fatica ad esprimere cosa provo in questo momento, e allora è meglio che mi concentri sul rispostone unico, spero non troppo sconclusionato.
    Vedo tanti accessi al mio blog, e so che chi arriva qui in questi giorni spesso cerca tracce di lei. Per me è difficile, perché noi restiamo unite da un link tutto nostro (e non solo virtuale), ma nello stesso tempo sento tantissimo la sua assenza nelle piccole cose che condividevamo quotidianamente. Ad esempio mi sembra assurdo che lei non partecipi alle discussioni collettive con gli altri cancer bloggers, che non clicchi "mi piace" sulla sua bacheca, che non ci dia notizie di prima mano e che non aggiorni il blog, anche se la sua vita era molto più di questo (penso soprattutto alla sua famiglia e agli affetti di sempre).
    Vedo tanto affetto  per lei qui in rete, decine di articoli che ne parlano e migliaia di commenti commossi, e mai avrei immaginato una cosa del genere, sinceramente. Mi rendo conto che tutta questa attenzione mi spaventa, ma nello stesso tempo spero tanto che questo affetto prenda forma in una maggiore attenzione generale nei confronti dei malati (non solo oncologici), perché sono sicura che lo vorrebbe anche lei.
    Io non ho ancora capito esattamente in cosa posso rendermi utile, ma so che Anna Lisa prima di tutto avrebbe riso dei miei tentativi di beatificarla, poi probabilmente mi avrebbe detto di partire dalle cose più semplici. E' quello che proverò a fare, intanto vi abbraccio tutti quanti. Ancora grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...