Furia

Piove spesso, nonostante la bellezza della luna rossa e il calore di un paio di giornate di sole che ci hanno fatto quasi credere di essere in estate. Giugno è diventato il mese più piovoso dell’anno, almeno così dicono le statistiche pluviometriche. Di certo io me lo ricordo drammaticamente piovoso da almeno sei-sette anni, senza bisogno di consultare nessun bolettino. L’equazione giugno=pioggia mi è entrata saldamente in testa, anche se mi dimentico sempre di portare l’ombrello con me, è incredibile.

Per esempio pioveva moltissimo nel 2007, che resta sempre il mio anno da dimenticare, anche se in realtà è chiaro a tutti che non lo dimenticherò mai. Pioveva anche quel giorno in cui tutto è cambiato. Tornavo dal lavoro, e dalle tante telefonate “strane” ricevute avevo capito che a casa mi attendeva un referto non buono, anche se non sapevo ancora di cosa si trattasse. Lungo la strada mi fermai presso un distributore e spensi il motore un po’ distante dalle pompe di benzina. Non dovevo fare rifornimento, volevo solo tirare il fiato, ma mentre cercavo di pensare arrivò un cane lupo, una bestiaccia odiosa che abbaiava in maniera ossessiva. Non sapevo cosa mi attendeva, ero terrorizzata dal futuro  – che mi appariva confortevole come un buco nero -, e quella stupida bestia non aveva niente di meglio da fare che abbaiarmi addosso. Non ce la faceva proprio a stare zitta, e il suo accanirsi contro di me mi metteva una paura tremenda, quindi me ne andai.
Be’, ho già raccontato questa storia qualche anno fa, non è il caso di riprenderla per intero.
Sto pensando solo che nel 2007 mi ero ripromessa di non fermarmi mai più presso quel distributore, e invece l’ho fatto diverse volte, più che altro per questioni di riserva. Una volta ho addirittura chiesto il nome del cane. Si chiama Furia, per la cronaca. Un nome molto azzeccato, anche se negli anni quella deliziosa bestiola si è data una bella calmata, va detto.
E comunque qui nella Terra dei Motori piove sempre, a giugno, ci dobbiamo rassegnare. A volte grandina, e tutti i contadini imprecano perché si rovinano le ciliegie. Anche io penso alle ciliegie mentre grandina, tanto ormai mi interessa più la frutta del contadino che non la carrozzeria della mia macchina. Sarà che la mia povera utilitaria ha percorso circa cinquantamila chilometri da quel giorno, bruciando cinquemila litri di benzina e rilasciando nell’atmosfera settemilatrecento Kg di anidride carbonica (sempre se ho fatto bene i conti, perché ora sono un po’ stanca, nonostante la mia incontenibile voglia di sparare dati).
In definitiva, dal 2007 ho inquinato parecchio l'ambiente (ebbene sì), ma non è di questo che voglio parlare.
Voglio dire che piove, è vero, ma a me sembra quasi normale. Sono infastidita da tutta questa acqua, ma questa ennesima primavera monsonica non mi turba e non mi fa disperare, tanto ormai lo so che prima o poi passerà.
E anche Furia, il cane ossessivo, certo non mi farà mai impazzire, ma di sicuro non mi spaventa più.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal vecchio blog e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Furia

  1. fiordicactus ha detto:

    Persino Furia con l'età ha conquistato la saggezza  . . . o si è adattato a  quelle cose che non si possono contrastare . . . come la pioggia di giugno, quando uno vorrebbe sentie il caldo e ancora c'è la coperta sul letto!

    Pensa che stanotte, dopo ben 4 giorni continui di sole, l'Udmv ha deciso che la coperta era di troppo, risultato: io ho dormito male e lui, stamattina ha confessato che "stanotte faceva freschetto"!

    Dimenticare il 2007, penso sarà difficile, ma ricordare questi altri anni che l'hanno seguito, è più piacevole . . . credo!

    Ciao, R

  2. unmaredisorrisi ha detto:

    Beh….ne è passata di acqua sotto e sopra i ponti da quel 2007 e tutto si ridimensiona!!!

  3. utente anonimo ha detto:

    ecco, io andrei amangiarmi un cestino di ciliege in macchina davanti al cane, per chiudere il cerchio e poi ripartirei sgommando, sei o non sei nella terra dei motori?????????

  4. ziacris ha detto:

    giugno 2003 è stato caldissimo e non ha piovuto, ognuna di noi si porta dentro il suo giugno.
    noi siamo stati graziati in questo fine settimana e ne abbiamo approfittato epr scorazzare un po in moto, niente dichè, ma ieri 120 km li abbiamo fatti

  5. juliaset ha detto:

    @fiordicactus: oggi pioverà di nuovo, pare…In realtà ho metabolizzato il fatto che quel giugno del 2007 non "passerà" mai del tutto, l'importante credo sia imparare a gestire al meglio i ricordi…

    @unmaredisorrisi: già, e poi un cane legato non fa oggettivamente troppa paura…

    @pentapata: eh, questo post non è stato di buo augurio per la mia Fiestina, oggi mi ha lasciata a piedi davanti al centro estivo di mia figlia…Chissà quando potremo tornare a sgommare felici insieme nella Terra dei Motori!

    @ziacris: vedi com'è strana la vita, per me il giugno 2003 è zeppo di ricordi buoni, aspettavo la principessa grande ed ero molto felice…Mi ricordo il caldo, quello sì!
    P.S.: noi fine settimana delirante, con il marito schienato per allergia da farmaco…mah.

  6. corrihard ha detto:

    Qui nel giugno 2003 era grigio che tendeva al nero come la notizia che stavo per ricevere a nemmneo un mese dalla prima operazione che mi aveva "allegerita" giá un pochino. Purtroppo anche il sentinella era risultato positivo insieme ad altri "compagnetti" quindi … ho dovuto consolare sia il "mio bel dottore"che il marito quel giorno … io!
    Ehhh chi l'avrebbe mai detto che ora sono qui a raccontarlo, amiche mie virtuali. 
    Come dicono al Ruggito del coniglio "Suuuu stiamo su!"
    Liefs
    B. 

  7. Ary72 ha detto:

    che bello questo post Julia! Grazie.

  8. juliaset ha detto:

    @corrihard: la sanno lunga, quelli del Ruggito. Baci.

    @Ary: prego, non c'e di che!:-)

  9. Notforever ha detto:

    anche io ho avuto il mio giugno, per la cronaca…
    non mi ricordo assolutamente come fosse, non più
    solo che è così, la vita, per nostra fortuna, va avanti e si cambiano punti di osservazione
    e così anche un giugno piovoso dà meno noia di quanto non ne desse un tempo

  10. utente anonimo ha detto:

    ho letto e riletto questo post e mi sono ritrovata : anche la mia "avventura" iniziava nel luglio 2007…ma, al contrario di te julia, quando l'ho saputo era una giornata di sole, un sole bellissimo e caldo, ma che celava la dura verità.
    Penso che sarà così anche per me: è stato e sarà sempre  (sigh, purtroppo) un luglio indimenticabile.
    cenerentola

  11. juliaset ha detto:

    @Notforever: diciamo che dopo, in certe situazioni, senti sempre una specie di retrogusto, ma c'è di peggio.

    @cenerentola: il luglio del 2007 per me è immerso in una specie di nebbia, ricordo bene (anzi benissimo) solo alcuni giorni…Cenerentola è un bel nome, mi fa pensare a una fanciulla che perde la scarpetta ma trova l'amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...