Fenomenologia della Torta Salata

Una delle migliori invenzioni culinarie degli ultimi anni sono i rotoli di pasta sfoglia preconfezionati. Da quando li hanno inventati (o meglio, da quando li ho scoperti) le torte salate dono diventate il mio cavallo di battaglia in caso di festicciole, picnic, serate domestiche in cui ognuno cena quando vuole, ecc.
Vediamo cosa rende speciale la torta salata di ultima generazione:

  1. La base si può usare tranquillamente, senza giustificazioni. Nessuno, neanche la casalinga più disperata di Modena Ovest oserebbe dichiarare di saper preparare la pasta sfoglia a regola d’arte, nonostante l’approfondita conoscenza di tutte le tecniche dello chef Alessandro Borghese (viste su digitale terrestre, è chiaro).
  2. Il ripieno può subire gli influssi della stagionalità e degli umori della cuoca. Io, per esempio, mi trovo spesso nella modalità “Paganini non si ripete”, ovvero preparo la torta a sentimento e non sono più in grado di riprodurne la ricetta, neanche ricorrendo alle più sofisticate tecniche di auto-ipnosi. Anche qui, la scusa della creatività in cucina mi pare azzeccatissima (e all’occorrenza si può citare sempre Borghese, tanto per rianimare la discussione).
  3. Con due o tre accorgimenti di base, è quasi impossibile fallire, o meglio creare qualcosa di assolutamente immangiabile. Con i dolci invece succede, lo sappiamo tutti: scagli il primo babà chi non ha mai preparato biscotti dure come pietre – nel caso, scagli i biscotti -.

Tutto questo per dire che ieri, alla festa di fine anno della scuola (quante ce ne sono, eh?), ho dato prova della mia insospettabile maestria grazie alla preparazione di ben due torte salate.
Di seguito vi propongo le ricettine, dato che stavolta Paganini ha avuto la pazienza di scriverle prima di dimenticarle:
 
Variazione Torta Salata #1, meglio conosciuta come Torta salata di cipolle:
 
Ingredienti:
8 etti di cipolle bianche
4 acciughe
50 – 100 g di parmigiano (a piacere)
1 rotolo di pasta sfoglia preconfezionata
Olio evo, sale e pepe q.b.
 
Procedimento:
Tagliare le cipolle a fettine sottili, farle imbiondire e asciugare nella padella con un po’ di olio, lasciarle intiepidire e poi aggiungere parmigiano e acciughe tritati. Ah, aggiustare di sale, serve! Stendere sulla mitica base di pasta sfoglia, mettere in forno a 200° per 20 minuti circa, lasciar raffreddare prima di servire in tavola.
 
Variazione Torta Salata  #2, meglio conosciuta come Torta salata con peperoni e mozzarella:
 
Ingredienti:
1 peperone rosso e 1 peperone giallo
2 uova
1 mozzarella
1 rotolo di pasta sfoglia preconfezionata
Olio evo, sale e pepe q.b.
 
Procedimento:
Tagliare i peperoni a fettine sottili (prima occorre svuotarli e togliere i semini, ma questo lo sapete fare, non fate altro che vedere Borghese, su!), farli rosolare e ammorbidire nella padella con un po’ di olio, lasciarle intiepidire e poi aggiungere le uova sbattute e la mozzarella tritata o tagliata a pezzettini. Anche qui un occhio al sale è necessario! Versare il composto sulla onnipresente base di pasta sfoglia, mettere in forno a 200° per 20 minuti circa, lasciar raffreddare, eccetera eccetera.
 
Ora, la torta number one è stata spazzolata sotto i miei occhi, quindi posso garantire che era buona, la torta number two invece non l’ho proprio vista arrivare in tavola.
Cose che succedono, in una festa con oltre cento persone e diluvio universale in atto.
Comunque, visto che sono fiduciosa nel potere della rete, se qualcuno l’ha assaggiata batta un colpo, please!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal vecchio blog e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Fenomenologia della Torta Salata

  1. fiordicactus ha detto:

    Visto che qui abbiamo piantato sia cipolle e cipollotti sia i peperoni . . . mi segno le ricette per qualche occassione di quest'estate.

    In questa casa, i gourmet preferiscono la brisée alla sfoglia . . . in ogni caso la sottoscritta sottoscrive che l'invenzione dei rotoli di pasta pronta è un'invenzione da Premio Nobel! 

    A volte, una bella torta salata con spinaci, uova, parmigiano e l'ingrediente speciale e irripetibile: tutti gli avanzi del frigor, viene una bontà, peccato che, appunto sia irripetibile!

    Se vuoi provare, ti metto il link a due farce di torta salata che mi richiedono sempre per le feste 

    http://fiordicactus.splinder.com/post/17265834/divertitevi-in-cucina

    poi, fammi sapere se sono piaiute anche lì, nella Terra dei Motori!

    Buona Domenica, R

  2. latendarossa ha detto:

    Mai mangiata la torta salata ma direi che la tua descrizione è succulenta. Scusa, non trovo il pulsantino con il quale si prenota comodamente a casa proprio un cospicuo assaggio del prodotto… :)))

  3. MissMaj2010 ha detto:

    … come faremmo noi, seguaci di quel bel chef..fone di Borghese, senza questi rotolini magici??
    Io ci metto anche delle mele a fettine, un pochino di zucchero a velo, una spolverata di cannella e ci faccio dei saccottini meravigliosi da mangiare a colazione, preferibilmente tiepidi…
    Buone le torte!!!
    Ciao

  4. ziacris ha detto:

    prendo nota, visto che venerdì tocca noi con la fest di fine anno…e qui parte la lacrima, si chiude un ciclo

  5. utente anonimo ha detto:

    PROVO SICURAMENTE A FARLE…. POI TI SAPRO' DIRE!! MA SONO CERTA CHE SLURP….. LE MANGERANNO IN UN BALENO!
    GRAZIE PER IL CONSIGLIO CULINARIO!!
    BRILLOPERTE

  6. camden ha detto:

    Quanto mi piace la Julia che cucina…  Facci sapere se hai avuto notizie della torta number two!!

  7. juliaset ha detto:

    @fiordicactus: le mie preferenze sono orientate alla riduzione del colesterolo, per motivi che forse un giorno vi spiegherò…ragion per cui preferisco le sfoglie con olii vegetali e, udite udite, a volte metto solo gli albumi nelle torte, ed elimino i tuorli! Però mi sono segnata le tue ricette, appena ho un secondo le provo…

    @latendarossa: mi preoccupa questa tua lacuna…Le torte salate sono un must!:-) Non faccio ancora consegne a domicilio, ma sto preparando un tutorial…

    @MissMaj2010: li faccio anch'io, sono il dolce preferito della Principessa Piccola (in realtà l'unico che mangia)!

    @ziacris: eh, lo so, io il post strappalacrme non l'ho ancora scritto, ma l'ho pronto in punta di tastiera, devo solo farlo decantare un po'…

    @brilloperte: ma tu sei bravissima, non hai neanche bisogno di Borghese &C!

    @camden: nulla di nuovo sul fronte torta salata #2…spero solo che abbia fatto una degna fine!:-)

  8. affabile ha detto:

    Io faccio la mia figura con la mia pastafrolla che serve a fare sia biscotti che crostate

  9. Notforever ha detto:

    le faccio anche io ma queste varianti sono sfiziose : provo e ti so dire :o))

  10. utente anonimo ha detto:

    Io la torta salata di cipolle la faccio così:
    cipolle stufate a rondelle, uovo intero sbattuto, formaggio caprino morbido, sale e pepe. Mescolo il tutto e lo stendo sulla pasta sfoglia e inforno a 180 gradi per circa 20 minuti. Le dosi sono a occhio e il caprino ha un gusto particolare quindi deve piacere il genere ma assicuro che è buonissima.
    Ciao
    Pepia

  11. juliaset ha detto:

    @affabile: postare ricetta, please!:-)

    @Notforever: ti consiglio di tagliarle con la rotella della pizza, soprattutto quella alle cipolle!

    @Pepia: ciao, benvenuta! Il caprino a me piace, al marito un po' meno…ma quest'estate la proverò senz'altro, si è capito che mi piace sperimentare, no?;-)

  12. affabile ha detto:

    300 farina
    100 burro
    150 zucchero
    2 rossi uova e uno intero.
    Scorza di limone 
    Pizzico di sale
    vaniglia se ce l'hai (io mai)
    Se hai il robot butti tutto e avvii se no con le mani e tanta pazienza, poi fai riposare in frigo 10 minuti almeno ed è pronta. Fammi sapere io ho sempre tanti complimenti e tra le amiche di mia figlia c'è un sistema di prenotazione dei miei biscotti

  13. fiordicactus ha detto:

    Mi copio le tue "dritte" . . . diminuire il colesterolo non può che far bene!

    Ciao, R

  14. juliaset ha detto:

    @affabile: credo sia la stessa di mia cognata, la provo a fare con il mitico bimby!

    @fiordicactus: qui è diventato proprio una necessità…un giorno ti spiegherò!

  15. SaraMorena ha detto:

    provata quella alle cipolle….è STUPENDA e semplicissima da preparare, grazie per aver postato la ricetta!!! certo il giorno dopo bisogna munirsi di gomme alla tripla menta onde evitare di essere emarginati dalla società, ma ci si organizza  ;-D

  16. juliaset ha detto:

    Ahahah, l'organizzazione è tutto!:-)

  17. corrihard ha detto:

    Squisita quella con le cipolle, io ho aggiunto anche il tonno spazzolata alla velocitá della luce.
    Grazie per l'idea.
    B.

    P.S.
    Se le cipolle sono quelle dolci la tripla menta non serve

  18. juliaset ha detto:

    Ma benvenuta, corrihard! E grazie per la dritta, proverò prestissimissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...