Nostalgia del burraco

Eccomi qui, di nuovo connessa. Trovare il tempo per farlo non è affatto facile, dal momento che le mie figlie quest'anno hanno deciso di vivere vacanze da separate in casa: se una va al baby-club l'altra vuole fare il bagno insieme noi, se una gradisce pisolare l'altra invece sente l'assoluto bisogno di ballare (a proposito: waka waka!), e via così. Quindi la nostra vita nel Villaggio Felice prosegue serena, anche se piuttosto serrata, e la mia attività di blogger ne risente.
A parte ciò, la permanenza in questo ameno luogo di villeggiatura mi sta dando la possibilità di effettuare una interessante valutazione demografica: in poche parole, qui ci sono tanti passeggini quanti non ne vedevo dai bei tempi di Pinarella, ovvero circa sei anni fa (quando avevo una figlia piccola in braccio e una piccolissima nella pancia), ma i genitori che li spingono sono decisamente più "maturi" di allora. È davvero una sensazione strana: io e il principe sembriamo quasi due ragazzini imberbi (soprattutto io, modestamente, visto che la barba non ce l'ho mai avuta), anche se in teoria iniziamo ad avviarci verso la quarantina pure noi. La cosa onestamente mi ha stupito: cos'è successo durante questi anni in cui io ero in altre faccende affacendata? Esaminando questro campione vacanziero sembra proprio che nessuno oggigiorno inizi a riprodursi prima dei trentacinque anni. In compenso ci sono nonni arzillissimi e molto tonici, che girano con il colletto della polo alzato, a testimoniare insospettabili impeti di gioventù, e nonne con l'iPod incastrato nelle orecchie (no, non è l'Amplifon, ne sono certa) e pedicure rosso fuoco. E va be', non ci resta che prenderne atto. Intanto, mentre gli altri genitori arrancano dietro ai loro minuscoli bimbi urlanti e i nonni fanno il gioco-caffè con gli animatori, io mi godo questi venti minuti di tranquillità postando indisturbata. Cioè, più o meno indisturbata: se tre anni fa ero praticamente l'unica a connettersi, ora qui è tutto un proliferare di portatili, con i relativi proprietari che sgomitano per mettersi nella postazione migliore (quella che l'anno scorso era esclusivamente la MIA postazione, per intenderci). Temo che la partitina a burraco del dopo pranzo sia stata sostituita dalla maggior parte dei villeggianti con un doveroso giretto su Facebook: questo è l'ennesimo segno dei tempi, ed io, pur sgomitando, mi adeguo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal vecchio blog e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Nostalgia del burraco

  1. camden ha detto:

    Che carino questo quadretto-scorcio di vacanza, è vero i tempi sono proprio cambiati…la mia curiosità è ma cosa ascoltano le nonne negli iPod? Puoi dare una sbirciatina?

  2. Rogluk1 ha detto:

    Anche io dopo che i ragazzi son diventati grandi e dho ricominciato una vita sociale ho avuto l'impressione di essere stato su un altro pianeta, è come uscire da una sorta di capsula temporale.

  3. utente anonimo ha detto:

    ALLORA IL PROSSIMO  ANNO VENGO ANCHE IO!!!! LE MIE FIGLIE MI DICONO SEMPRE CHE SONO VECCHIA….. E LI' SICURAMENTE NON POTREBBERO DIRMELO!!! PRENOTAMI SUBITO UNA CAMERA PER IL 2011… NON VOGLIO PERDERMI QUESTA OCCASIONE UNICA!!!!BRILLOPERTE

  4. Strato2006 ha detto:

    Ecco, per quanto riguarda il riprodursi dopo i 35 anni, purtroppo faccio parte anch'io della squadra (ma "ad averlo saputo prima", come si suol dire, cominciavo prima dei 25… hehehe…); per il giretto su Faccialibro, Vade Retro, no no no me ne tengo alla larga!

  5. juliaset ha detto:

    @camden: davvero vuoi saperlo? Ora indago…comunque Celentano piace a tutte!@Rogluk1: le mie non sono ancora definibili "grandi", però almeno sono largamente uscite dall'età della pappette!:-)@brilloperte: ma smettila!:-))@Strato2006: anch'io li farei prima, anche se i miei primi tentativi in tal senso risalgono al secolo scorso!:-) Del resto non giudico certo chi per un motivo o per l'altro diventa genitore dopo i 35, però mi sono sono stupita di non trovare neanche una coppietta di neogenitori sotto i 30, è la prima volta che mi capita! In compenso sono aumentate le coppie con più di due figli…

  6. affabile ha detto:

    Curioso in vacanza facevo le tue identiche riflessioni:- anche in montagna si vedevano genitori piuttosto mature e io con i miei 41 parevo la più giovane (vabbè facciamoci un autocomplimenti diciamo che sono io a portarli bene…:))- riflessioni non tanto sul numero dei connessi, che in montagna restano minoranza (anche se il comune offre la piazza wi-fi gratuita), ma sulle varie pubbilcità che mostrano la connessione sulla spiaggia ai giovani come il massimo della felicità…ma diamine fatevi una nuotata, state al computer tutto l'anno!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...