Rabbia e veleno

Oggi sono stata vittima (e in un certo senso anche complice) di una gaffe clamorosa. Non posso dirvi un granché, vi accenno solo che mi sono dovuta sciroppare un bel discorsetto  infarcito di luoghi comuni su alcuni presunti agenti cancerogeni, con contorno di frasi del tipo: ma tu lo sai che il cancro è in continuo aumento, anche nei giovani? Ma no, dai.
La cosa strana è che la persona che mi ha così istruita era perfettamente a conoscenza della mia disavventura, ma deve essere uno di quelli che pensano che se sono guarita non era veramente cancro, oppure uno dei tanti che hanno semplicemente rimosso la questione. La seconda che ho detto, probabilmente. Dico che sono stata complice perché non ho bloccato il tapino mentre esordiva nella sua magra figura, piuttosto ci ho giocato un po' come il gatto col topo. E alla fine l'ho risparmiato, ma solo perché ero leggermente disgustata.
In fondo in fondo, però, so che non me ne importa niente. Ho diviso da tempo l'umanità a metà, quelli che ci arrivano e quelli che non ci arrivano, ma non ce l'ho particolarmente con gli esponenti della seconda categoria, a meno che qualcuno di loro non mi venga a rompere seriamente le scatole. Il problema è sempre capire chi ci marcia, su queste cose: con questi soggetti invece sono veramente inferocita, non ci sono attenuanti. Non si può usare la grande paura del cancro per avvalorare scenari fantapolitici, creare sospetti, svilire il lavoro della comunità scientifica e di tutti coloro che passano la  vita a sgobbare nei laboratori per trovare una cura. Non si può minimizzare l'importanza degli screening speculando sull'affermazione che "dietro c'è un grosso business" (ma business di che? Ma hanno una vaga idea di quanto costi curare un malato?) e magari poi sbrodolare la soluzione facilona, o peggio cercare di rifilare intrugli e amuleti ai più sprovveduti. Questo no, non è morale, anzi, fa proprio schifo.
E' ignobile utilizzare il cancro per mettersi in evidenza, come lo è sfruttare i drammi personali dei malati per creare polemiche senza senso, portate avanti senza uno straccio di prova scientifica. Tutti vorremmo un colpevole, e tutti vorremmo una cura. Non vediamo l'ora di trovare il vero responsabile di tutto questo dolore e buttargli addosso rabbia e veleno. Lo vorrei anch'io un capro espiatorio da stringere per bene tra le zanne (senza giocarci affatto), ma al momento non c'è. Esistono gli agenti cancerogeni, ed è vero che probabilmente non li abbiamo ancora individuati tutti, ma non possiamo da una parte vivere nella cultura del sospetto, e dall'altra ignorare la prevenzione, con la scusa che "se ti deve capitare non c'è nulla da fare". Non possiamo permettercelo, altrimenti il rischio è di cadere malamente nella trappola della cattiva informazione, anche senza volerlo. Vittime o complici, in questo caso è solo questione di fortuna.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal vecchio blog e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Rabbia e veleno

  1. sullepunte ha detto:

    gli umani fanno statistiche "empiriche" basate su quel che li tocca da vicino. su quel che vedono, sentono. e' una strategia evolutiva antica, non sempre brillante. genera gli atteggiamenti di cui parli tu, quelli semplicisti e sospettosi, in genere profondamente irrazionali.e verso i mali oscuri come il cancro le attitudini superstiziose, istintive e irragionevoli, sono le piu' immediate da sfoderare.

  2. dany63 ha detto:

    stasera sono uscita con amici, perfettamente a conoscenza della mia situazione di malata in cura e simpaticamente in due (donne) mi hanno fumato in faccia le loro puzzolenti cicche sicuramente cancerogene ! anch'io non sono riiscita a reagire ma le ho veramente disprezzate..

  3. ziacris ha detto:

    Sotto sotto sono ancora convinti che il cancro si infettivo, sotto sotto sono ancora ancorati all'idea medioevale del cancro, quindi cancro=morte sicura, si riempiono labocca perchè fa figo, oppure vogliono dimostrare che,anche se non colpiti, ne sanno più degli altri. Ma tiriamo avanti!Tu sei stata una signora, io sarei stata molto più pescivendola (senza offesa per nessuno), avrei continuato a giocare con il topo per poi affondare e mandarlo beatamente a 'fanc…..chiedendogli se era convinto di quello che stava dicendo e se si stava ascoltando!

  4. Notforever ha detto:

    sottoscrivo quello che ha detto Ziacris…e questo è la dimostrazione che attualmente tutti hanno la presunzione di sapere tutto su qualsiasi argomento, spargendo in giro notizie a casa, spesso falsesei stata fin troppo brava…

  5. utente anonimo ha detto:

    Tu sei stata troppo diplomatica…. io al posto tuo avrei iniziato una polemeca senza fine!!! L'ho capito subito, appena ho incrociato il tuo sguard, nella nostra domenica al parco, che sei una ragazza buona…. Quel "personaggio lì'" e' stato fortunato a non aver incontrato me…. io si che gliene avrei cantate quattro… anzi, sicuramente anche otto!!! La gente non capisce che prima di parlare bisognerebbe anche attivare il cervello…Brilloperte

  6. widepeak ha detto:

    beh, la prossima volta però, mi fai un fischio e io gli tengo le braccia, così tu puoi calciare con maggiore grazia, eh? dai, lo facciamo?!!

  7. unmaredisorrisi ha detto:

    Concordo con Cris….sei stata una signora!!! io lo avrei disintegrato!!!

  8. cestodiciliegie ha detto:

    Sei stata una signora, davvero. Ma spero che, dopo esserti sciroppata tutte le caz….e che ti ha elargito, tu lo abbia fatto sentire un cretino… O forse è della categoria che non arriva al chilo neanche nei momenti alti, e quindi hai fatto bene a lasciare perdere, forse lanciando un piccolo anatema (tipo diarrea sfrenata per una settimana)? Milva

  9. camden ha detto:

    Purtroppo il mondo è pieno di "quelli che non ci arrivano" oppure quelli che "tanto il cancro riguarda gli altri".Non si rendono conto di esserte patetici?Spero che il tizio in questione abbia poi riflettuto sulla figuraccia…anche se ho qualche dubbio sulla sua sensibilità, anche a posteriori…

  10. diggiu ha detto:

    Ma lo sai Julia che l'imbecillità tra le persone cresce in maniera esponenziale e non solo tra i giovani? Grrrrrrrrrrrrrrrrrrr Affido ad un raggio di sole il mio abbraccione, sei troppo in gamba! 🙂

  11. delphine56 ha detto:

    Mi sa che era meglio se lo stendevi con uno sberlone di quelli che non si dimenticano, non credo sia giusto essere superficiali riguardo al cancro, alla sofferenza ed alla paura che genera, a tutte le energie che scienziati, medici ecc. consumano per la prevenzione e per le cure . No non si può

  12. juliaset ha detto:

    @sullepunte: hai detto bene, è un meccanismo primitivo…@dany63: benvenuta! Ecco, io sul fumo passivo sono poco elastica, anche perché mi viene immediatamente da tossire come un cane…@ziacris: be', conoscendo la persona in questione ti dico due cose: non sarebbe molto "igienico" per me mandarlo dove dici tu e probabilmente in questo periodo è solo molto, molto distratto. Però l'atteggiamento "figo" di cui parli lo riscontro sempre più spesso in giro, anche in televisione.@Notforever: anche perché le notizie vanno sempre verificate…e qui entra in gioco la mia deformazione professionale!@Brilloperte: ahahah, non avevo dubbi! La prossima volta ti chiamo al cellulare e te lo passo!:-)@widepeak: ripeto, non sarebbe salutare, per me…anzi, mi auguro che non legga mai queste righe, ma alla luce degli ultimi fatti ne dubito fortemente!@unmaredisorrisi: eheheh, a parte tutto questa cosa della signora non mi dispiace, io mi vedo abbastanza terra terra.@Milva: no, anatemi niente (sai mai che tornino indietro), e ti dirò di più, ho scoperto di aver fatto a mia volta una piccola gaffe, però io non lo sapevo…@camden: no, garantisco che non ci ha pensato nè prima nè dopo. Però non mi sento di essere sempre drastica con chi non ci arriva…una volta io ero proprio così, ed ho detto e fatto un sacco di cose che potevo evitare, anche se ero in buona fede. Ora che invece ci arrivo mi dispiace e vorrei chiedere scusa a tutte le persone che ho infastidito con il mio atteggiamento.@diggiù: ecco, grrr è quello che faccio sempre, a giudicare dal post che ho appena scritto! Un bacione.@delphine: eh, lo so, ma la mia vita è già abbastanza complicata, mi manca solo una denuncia per aggressione!:-)

  13. utente anonimo ha detto:

    Carissime signore mettetevi in fila, prima ci sono io. Se rimane qulcosa ve lo passo volentieri. Il Principe. 

  14. juliaset ha detto:

    Sento che questo post mi procurerà grossi guai…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...