17 aprile

Lo trovai un anno fa, giusto giusto.
Era piccolo, tondeggiante: scoprii più avanti che forse era più simile ad una nocciolina americana. Mi dissi che non era possibile: avevo finito da poco di allattare, non avevo nessuna familiarità significativa, nessun fattore di rischio. Ero sana come un pesce. Un po’ stanca, ma chi non lo è? Stavo cambiando lavoro, e no, non poteva essere. Lo cacciai via dalla mente, lo sepellii per bene con il peso delle mie mille cose da fare, ma presto ritornò a galla, e allora decisi di affrontarlo.
Di nuovo, sembrava niente.
Oggi non ho voglia di raccontare il resto. Basta dire che è passato un anno, e sono viva. Ma voglio ricordare quello che M. fece per me.
Una bella sera di maggio M. mi telefonò, quando avevo quasi deciso di lasciar perdere, di stabilire da sola che era tutto risolto. Mi fece uno strano discorso di mari, di pesci, di vetrini. Tuttora non ricordo se mi parlò di istologia o di ittiologia. Comunque mi convinse, e lo acchiappammo.
Era solo un pesce piccolo e cattivo, che sembrava un’arachide. E non c’è più.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal vecchio blog e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a 17 aprile

  1. utente anonimo ha detto:

    Si julia, l’importante è che ora non ci sia più. E’ colpito e affondato. Poi dimenticarlo sarà impossibile.
    Io, stamattina, mi sono resa conto ancora una volta che ormai sono in balia di controlli, esami ecc., basta un capello appena fuori posto (si fa per dire) e avanti mi rivoltano come un calzino! E io sono sempre in perenne attesa, di che cosa poi….?
    Ti abbraccio Mabi

  2. fiordicactus ha detto:

    Che dire . . . son contenta per te, e vorrei dire brava a M . . . chiunque sia, che ti ha convinta.
    Spero, se mai ce ne fosse bisogno di trovare anch’io una M . . ., una volta ho lasciato per 6 mesi il risultato del Pap Test in un cassetto . . . prima di decidermi, e si sono arrabbiati tutti un sacco, oltre a operarmi in fretta! Non era grave, ma io, quel vizio ce l’ho ancora!
    Baci, R

  3. ombraincantata ha detto:

    Ah, se potessi evitarla l’attesa ai pazienti…che odio doverli costringere all’attesa e non poterci far nulla.
    Un bacio.

  4. titinina ha detto:

    cè chi ti ha spronato e anche se è stata lunga questa brutta battaglia l’hai vinta! e sei qui!
    un abbraccio

  5. juliaset ha detto:

    @cestodiciliegie: non dirmi che sei una ex-coccinella? :-)))

    @ziacris: l’importante è prendere il via, scuotersi dallo shock iniziale, e andare. Dopo ci sono tanti alti e bassi, ma senza più quel mostro addosso.

    @Mabi: ora non c’è, o almeno così dicono i miei controlli. Per me è già un buon risultato, se penso a come stavo un anno fa. E cerco di non pensare che tra tre mesi appena ho di nuovo i controlli. L’attesa per me non è altro che la vita, ma va bene così…Un bacione .:-*

    @delphine56: e a me fa molto piacere sentirtelo dire!:-))

    @pensataaddosso: un futuro di sole gioie sarebbe anche troppo, io mi accontento di una normale serenità, ma se proprio insisti…:-)

    @giorgi: eh, so che c’è chi sta lavorando per renderci immortali… Grazie di cuore, cara Giorgia.

    @fiordicactus: sorpresa, M. è un uomo, un dottore! Una persona molto testarda, un angelo custode con i baffi. Non sapevo del tuo intervento…ti tirerei le orecchie anch’io, ma sono troppo contenta che anche per te sia andato tutto bene. :-*

    @ombraincantata: lo so, sono i famosi “tempi tecnici”, non ci si fa mai il callo. Un bacio anche a te.

    @SimonaCWords: e dire che a me non piacciono neanche, le noccioline! M. sarà molto contento di tutti questi abbracci. A presto, cara Simona.

  6. PiccoloFiore31 ha detto:

    Incrocio le dita per e con te!
    😉 Un abbraccio, PiEffe

  7. g2r ha detto:

    certi amici sono insostituibili, letteralmente ci fanno rinascere.
    altri compagni di strada, invece, è meglio perderli alla svelta.
    non ti sembri che voglio giocare con le parole, che l’argomento non mi pare certo da giocare; è solo che leggendoti, prima di altre considerazioni, è venuta in mente anche a me, come a simona, l’amicizia.

  8. utente anonimo ha detto:

    Spero che l’amore della tua famiglia ti aiuti a dimenticare per quanto possibile questo anno difficile
    … ma tu sei forte, fortissima 🙂
    Julia, ti abbraccio forte!! Ariel

  9. lprul ha detto:

    mi hai dato i brividi, amica mia. ti abbraccio forte. ma proprio forte.
    pru

  10. Notforever ha detto:

    non riesco a dire nulla di sensato
    però sono questi “anniversari” a darci forza…

  11. ortensia51 ha detto:

    Non c’è più. Questo è importante. Buoni festeggiamenti, che spero lunghi & libidinosi. Baci.

  12. utente anonimo ha detto:

    appoggio tutto quello che ho letto fin’ora e ti auguro di avere sempre accanto a te persone valide come M. ,oltre che augurarti il meglio del meglio per i giorni che verranno!!
    S.

  13. utente anonimo ha detto:

    La tua famiglia,la tua voglia di vivere e di vincere, le tue principesse, i tuoi amici, la tua gradiss. forza e coraggio, la tua voglia estrema di lottare….e molto altro ancora …sono la tua arma vincente…Non mollare mai!!!
    Anonimo con cuore d’angelo

  14. cristina13 ha detto:

    è una buona, ottima ragione per festeggiare

    non c’è più l’arachide cattiva
    ci sono tante cose brutte, bruttissime, mi sa che durano anni
    ma quella almeno è fatta secca (tiè)

    ti abbraccio, mia coraggiosa ing. J

  15. juliaset ha detto:

    @PiccoloFiore31: ogni incrocio è ben accetto! 😉

    @g2r: infatti hai colto nel segno, questo post parla soprattutto di amicizia.

    @Ariel: mooolte grazie, cara!

    @lprul: cara Pru, a me dà i brividi sentire tutto questo affetto…Grazie!:-*

    @Notforever: mi sembra molto sensato, ti dirò.

    @ortensia51: sei la preferita del principe, lo sai?;-)

    @elyweb: ricambiato!:-*

    @S.: povero caro M., se sapesse che l’ho chiamato angelo custode con i baffi…Un bacione a te e famiglia!

    @sullepunte: prosit!:-))

    @Anonimo con cuore d’angelo: faccio del mio meglio. Grazie per le belle parole e l’incoraggiamento, una piccola “carica” ogni tanto mi serve proprio!

  16. PieroPa ha detto:

    Un anno che ti sarà sembrato eterno, fortissima Julia! Ammiro il tuo coraggio e la tua capacità di andare aventi, credo che se anche altre persone (magari ammalate) potessero conoscere la tua esperienza forse saprebbero dove e come trovare la forza di reagire.
    Un abbraccio alle tue principessine… che hanno avuto la fortuna di avere una mamma come te.
    Ciao e buon fine settimana.
    PS
    Tutto finito (e bene) il tuo complicato lavoro nella vecchia casa?

  17. scrubs ha detto:

    bella tu…e bello il coraggio con cui ogni giorno affronti tutto!
    sei grande!
    emoccult!!!

  18. Cosimopiovasco ha detto:

    Da quel poco (o molto?) che ho capito da questo post, mi sento di segnalarti questo blog, se già non lo conosci…
    Un abbraccio e un sorriso, tuo
    Cosimo

  19. pippopi70 ha detto:

    un abbraccio,Giuse

  20. affabile ha detto:

    Ciao torno dopo una settimana di assenza.
    Che bello avere qualcuno come M…..

  21. juliaset ha detto:

    @PieroPa: grazie, Piero, sarebbe bello riuscire davvero a dare un aiuto a chi arriva qui per caso. Farebbe sentire meglio anche me, che in questi giorni sono decisamente frastornata. Per il resto, fortunatamente martedì ho risolto abbastanza bene…Buon we!

    @scrubs: beh, un “bella” me lo prendo proprio volentieri, ti dirò!:-))

    @Cosimopiovasco: hai capito benissimo. Grazie per la segnalazione, hai visto il Blog Del Cesto? Prevedo gemellaggi…

    @pippopi70: :-)))

    @affabile: mi hai fatto venire in mente che sarebbe il caso di chiamarlo per un caffè…Ho finito il libro della Lipparini, condivido pienamente il tuo giudizio!

    @nuriape: che bella tazza, sarà mica tè verde?:-)) Un abbraccio anche a te. J

  22. Cosimopiovasco ha detto:

    Ma che è, il blog degli indovinelli, questo?!… Già per trovarti ho dovuto mettere in azione tutte le mie (scarse) conoscenze di HTML, visto che ti ha segnalato (l’ineffabile Affabile, tanto per non far nomi) ha provveduto a criptare il link, nel suo commento… poi il tuo post che ho dovuto interpretare con l’aiuto delle categorie a pie’ di pagina, per essere sicuro di non fare gaffe… e adesso ‘sto “Blog del Cesto”!… e che roba è?!…
    Un sorrisone ;-))), tuo
    Cosimo

  23. juliaset ha detto:

    @affabile: arriverà, non temere!

    @mammaepoi: :-*

    @Cosimopiovasco: hai ragione, e per rimediare, da oggi tutti quelli che si imbatteranno per caso in questo enigmatico blog avranno a disposizione una DEFINIZIONE un po’ più estesa. Il cestodiciliege è un’associazione di volontariato che si prende cura delle donne operate al seno, ed ha anche un bel blog. Ultima cosa: sì, il francobollo è un frattale tutto rosa.:-)

    @Skynet70: infatti sono arrivata alla domenica sera un po’ provata;-)

  24. juliaset ha detto:

    @aleike: :-*

    @camden: a me è piaciuto questo tuo commento;-)

  25. Pingback: Un altro 17 aprile | L'Insieme di Julia

  26. Pingback: Un altro 17 aprile | Oltreilcancro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...